Loading

La tosatura delle pecore

La tosatura è uno dei momenti più intensi delle comunità pastorali della Sicilia. E’ un rito, quasi magico che permette di capire valori e tradizioni di una cultura antica. Un rito che si svolge a primavera, quando il caldo incomincia ad opprimere le pecore e si rende necessario alleggerire gli animali dal vello.

Si inizia al mattino con l’adunata delle pecore all’interno di un recinto chiuso. Ad una ad una le pecore vengono prelevate e portate all’esterno e sdraiate sul dorso, con una abile, rapida, ed  energica mossa.  Una volta a terra, alla pecora, vengono legate insieme le quattro zampe con una cordicella: la pecora è immobilizzata e in questo modo sarà più facile tosarla. Le forbici per tosare sono forbici di ferro brunito, appuntite,  con lame triangolari affilatissime. Il pastore   sta  chino  sull’animale  legato  che talvolta   tenta  comunque di divincolarsi. Finite le operazioni di taglio, la pecora è libera e ritorna nel recinto.  

La tosatura non é solo una pratica volta al recupero della lana,  ma è utile all'animale, perché la lunghezza del vello può essere un impedimento , sopratutto nella stagione estiva. L’animale, infatti, impigliandosi nei cespugli, potrebbe riempirsi di spine, ferendosi. Si tosa presto di buon mattino, per evitare il sole e si conclude il cerimoniale con un lauto banchetto, accompagnato da musiche e balli della tradizione popolare.